domenica 23 maggio 2010

sapone

Diciamo che mi stanca anche il solo pensarti, che la mia testa pesa tonnellate schiacciata da quelle quattro ossa fragili che hai in corpo. Una brutta antitesi.
E allora facciamo che vado sotto la doccia che di solito mi calma un po'.
Ho cercato di lavare via il tuo pensiero con uno di quei saponi naturali, sai quelle saponette dal brutto colore, inodori, no profumo no alcol no merde chimiche? Ecco, a momenti mi scortico viva.
Via di qui, basta! Non ti voglio qui anche in tua assenza, sei troppo e sei ovunque!
Mi viene in mente qualche canzone..dio no, le canzoni peggiorano le cose, e poi mi sembrano tutte le colonne sonore perfette per un finale triste..Bjork sta zitta Syd Barrett non rompere Lou Reed va a cagare! Tu lui l'altro lei tu tu tu ancora un altro e un altra e poi io e tu e basta, per poco. Esatto, per poco. Poi si ripiomba e fa male.
Acqua, concentrati sull'acqua e sulla pelle che il sapone non ha toccato.
Acqua, sapone, scivoli..ecco.
Via per un po'..
Ma la sai una cosa? Quei saponi naturali non funzionano per un cazzo.

Nessun commento:

Posta un commento